Psicologo e Psicoterapeuta. Formatore e Trainer. Esperto di Assessment di gruppo ed individuale, Selezione e Ricerca di Personale. Consulente per la ricerca clinica, aziendale e di mercato. Riceve a Pescara e Roma.
stress psicologo disagio

Stress, ansia e nervosismo: Quando c’è da preoccuparsi e cosa fare prima di rivolgersi ad uno psicologo

A tutti capita di avere i nervi tesi. Ansia e tensione sono parti essenziali della nostra vita, come la fame e la sete. Sono reazioni ed emozioni a volte utili, che ci proteggono, ad esempio, quando siamo di fronte ad un pericolo. Perciò, anche se spiacevole, uno stato di ansia o tensione nervosa è del tutto normale e non deve impensierirci. Ma è necessario stare attenti quando i turbamenti psicologici ci scuotono gravemente e lasciano lunghi strascichi. Lo stress e le tensioni rappresentano, infatti, i primi segnali di un possibile peggioramento della salute psicologica, e non bisogna sottovalutarli. 

Come ci accorgiamo se abbiamo superato il livello normale di stress od ansia
E come decidere se rivolgerci ad uno specialista psicologo o psicoterapeuta?

Provate a rispondere a queste semplici domande. 

Vi angustiate accanitamente per piccole difficoltà o delusioni?
Vi riesce difficile di andare d’accordo con gli altri?
I piccoli piaceri della vita vi lasciano insoddisfatti?
Vi è impossibile smettere di pensare alle vostre preoccupazioni?
Siete sospettosi delle persone e non vi fidate degli amici?
Sentite di non essere all'altezza dei vostri compiti?
Dubitate di voi stessi?

stress, nervosismo, psicologo

Se avete risposto di si alla maggior parte di queste domande, non è nulla di grave. Dovrete solo prendere qualche precauzione. 

Ecco alcune indicazioni, semplici ed alla portata di tutti, che potrete mettere facilmente in pratica per affrontare la tensione nervosa ed il vostro stato di stress. E senza rivolgervi ad uno psicologo, naturalmente.

Parlatene
Quando c’è una cosa vi preoccupa, non tenetela per voi. Confidatela ad una persona di buon senso di cui abbiate fiducia. Aprire l’animo vi servirà ad attenuare la tensione, ed a vedere in una luce più chiara ed obiettiva quello che vi impensierisce. Non serve necessariamente uno psicologo, basta anche un amico, purché ne parliate.

Cercate un’evasione temporanea
Talvolta può giovare sfuggire per un po’ di tempo ad un problema penoso, guardando un film, immergendosi nella lettura di un libro, in un gioco, in un viaggio, in una semplice chiacchierata od una perdita di tempo. Imporsi di restare attaccati alla propria sofferenza non vi aiuterà. Tenetevi pronti ad affrontare le difficoltà solo quando sarete più calmi ed in migliori condizioni di spirito.

Smaltite la collera
Dedicatevi a qualche attività intensa che vi stanchi fisicamente, che vi faccia sfogare e liberare le tensioni ed il nervosismo. La collera accumulata verrà così smaltita e vi sentirete più preparati ad affrontare con intelligenza i vostri problemi.

rabbia, nervoso, psicologo

Cedete di tanto in tanto
Se vi capita spesso di litigare, di ostinarvi ad assumere un atteggiamento critico o polemico, tenete presente che questo è un modo infantile di comportarsi. Non transigete su quello che vi sembra giusto, ma fatelo con calma e non dimenticate mai che potreste avere torto. Anche se avete ragioni da vendere, vi farà bene darla vinta agli altri una volta tanto. Se vi comporterete in questo modo, vedrete che anche gli altri cederanno: la tensione nervosa si attenuerà, troverete una soluzione pratica ai conflitti e vi sentirete soddisfatti.

Fate qualcosa per gli altri
Se vi preoccupate continuamente di voi, provate a fare qualcosa per gli altri. Questo farà sembrare meno gravi le vostre preoccupazioni.

Fate una cosa per volta
A chi è vittima di stress, un normale carico di lavoro sembra molto pesante, e gli rimane difficile intraprendere altre attività. Se ciò accade, dedicatevi solo alle attività urgenti; affrontatene una alla volta e mettete da parte ciò che non è urgente. Siete certi di non sopravvalutare l’importanza di ciò che fate, ossia la vostra stessa importanza?

Non cercate di fare i superuomini
Alcune persone sono vittime di stati ansiosi perché credono di non riuscire a fare tutto ciò che dovrebbero, ovvero ambiscono alla perfezione in ogni cosa. Questa ambizione è la strada più diretta verso lo stress. Stabilite innanzitutto quali sono le cose che sapete fare bene, e poi dedicatevi solo a queste, con tutti i vostri sforzi. Fate le cose restanti come meglio potete, ma non prendetevela se non le fate alla perfezione. 

Non esagerate con le critiche
Alcuni si aspettano troppo dagli altri, perciò si sentono spesso traditi o delusi se gli altri non si comportano come nelle loro aspettative. Ricordate che ognuno ha diritto alla propria individualità. Chi si sente continuamente deluso per le manchevolezze (vere o immaginarie) degli altri, è in realtà deluso da se stesso. Invece di criticare la condotta di una persona, cercatene i lati buoni ed aiutatela a metterli in evidenza: questo atteggiamento fornirà soddisfazioni a tutti e due, ed aiuterà a giudicare meglio se stessi.

tensione, stress, ansia, psicologia

Date una possibilità anche agli altri
Chi si sente stressato è spesso una persona che crede di “dover arrivare prima”, di “fare in fretta”, anche se si tratta solo di guidare in autostrada o fare una passeggiata. Tutto diventa una corsa, una gara, ma la vita non è così. La competizione è contagiosa, ma lo può essere anche la collaborazione: quando offrite una buona occasione ad un altra persona, facilitate le cose a voi stessi. Se l’altro non vi considera più una minaccia, smetterà di rappresentare una minaccia anche per voi.

Mettetevi a disposizione
Molti di noi hanno l’impressione di essere messi da parte, disprezzati, trascurati. Ma spesso siamo noi ad immaginarcelo. Invece di tirarci da parte e rinchiuderci in noi stessi, è più sano e pratico prendere l’iniziativa. Provateci.

Stabilite le vostre ore di svago
Per molti è difficile trovare il tempo da dedicare allo svago. Stabilite un orario fisso di ricreazione. Vi farà bene avere un passatempo che assorba l’attenzione nelle ore libere, un’occupazione alla quale potervi dedicare totalmente con piacere, dimenticando il proprio lavoro. 

Come suggerisce Hans Selye, uno dei più illustri specialisti sullo stress, nessun organismo è immune ad esso tranne che da morto. 

Il bisogno di tranquillità dello spirito, della buona salute psicologica, appartiene ad ognuno di noi. Ma non tutti hanno la fortuna di avere le qualità interiori o le circostanze tali da assicurarsela automaticamente. Dobbiamo quindi faticare per conquistarcela. Dobbiamo sforzarci di capire meglio noi stessi e gli altri. Risolvere i nostri problemi quando possiamo, e cercare aiuto degli altri quando ne abbiamo bisogno.

Più che cercare rimedio in integratori, farmaci o consigli da parte di neurologi, parlane con uno psicologo o psicoterapeuta, saprà fornirti le giuste chiavi di lettura del tuo stress e le corrette strategie per vivere la vita più serenamente.

psicologo ansia tensione stress nervoso